Informazioni generali

Certificazione Ecolabel

La certificazione Ecolabel è una garanzia di qualità ecologica per il ridotto impatto ambientale dei prodotti o dei servizi offerti dalle aziende.

La certificazione Ecolabel è il marchio ecologico istituito dall’Unione Europea (detto infatti anche Ecolabel UE). Questo marchio identifica prodotti e servizi caratterizzati da una natura ecologica e che hanno produzione e smaltimento con ridotto impatto ambientale.

Il marchio UE Ecolabel è una certificazione ambientale che le aziende possono richiedere in maniera autonoma per i propri prodotti e servizi. Per ottenere l’approvazione e la certificazione dalla Commissione europea, l’azienda deve dimostrare di rispettare i criteri ecologici definiti dal regolamento comunitario.

La certificazione Ecolabel garantisce inoltre visibilità sul mercato per il proprio impegno a favore dell’ambiente, impegno garantito da una eco etichetta affidabile in quanto verificata da Enti Ministeriali e riconosciuta a livello europeo, per aumentare di conseguenza la propria competitività sul mercato “verde”, in continua crescita.

Ottenere la certificazione Ecolabel è una procedura semplice che coinvolge l’Organismo competente, l’ISPRA e infine la Commissione Europea.
L’azienda che vuole ottenere la certificazione ambientale, che ribadiamo è volontaria, deve dimostrare di rispettare i criteri ecologici, presentare un’istruttoria ed inviare la documentazione all’Organismo competente nazionale (Comitato Ecolabel Europeo Ecoaudit – Sezione Ecolabel). Il Comitato trasferisce ad ISPRA la documentazione per il suo esame. Verificata la conformità ai criteri ecologici, sulla base di un parere tecnico dell’ISPRA, l’Organismo competente nazionale delibera per la concessione del marchio. Il prodotto o servizio certificato viene inserito in un catalogo europeo, pubblicato sul sito della Commissione europea.

La storia

Il primo marchio ecologico in Europa risale al 1977 con l’istituzione dell’Angelo Blu in Germania. Dal 1977 al 1992 nel nostro continente sono stati promossi decine di marchi ecologici nazionali.
Nel 1992 è stato promulgato il Regolamento CEE n. 880/1992 che ha istituito la certificazione Ecolabel comunitaria, un marchio ecologico ad applicazione volontaria. Con l’iniziativa si proponeva l’adozione di un unico marchio per tutti gli Stati dell’UE. Lo scopo principale era quello di rallentare la proliferazione dei marchi nazionali, con l’obiettivo di uniformare le modalità di attribuzione del riconoscimento ai prodotti, evitando confusioni tra i consumatori.

Il 14 aprile 2003, con la Decisione 2003/287/CE, la Commissione europea ha esteso la certificazione ecolabel al settore turistico e alle strutture ricettive. Alla base del rapporto Ecolabel e turismo c’è l’intento di incoraggiare le strutture, nonchè gli stessi turisti, al rispetto dell’ambiente ed al risparmio di risorse naturali.

Nel 2010 l’ulteriore allargamento del campo di applicazione dello strumento “a tutti i beni e i servizi destinati alla distribuzione, al consumo o all’uso sul mercato comunitario, a titolo oneroso o gratuito”. Ciò ha aperto la possibilità di ottenere il riconoscimento a categorie di prodotti che non potevano ottenerlo in precedenza. Si pensi, ad esempio, ai prodotti alimentari e soprattutto a quelli tipici e derivanti da agricoltura biologica. Non è ancora possibile l’ottenimento per i medicinali sia per utilizzo umano che animale, così come ai prodotti considerati tossici, pericolosi per l’ambiente, cancerogeni, mutageni o tossici per la riproduzione.

I nostri prodotti Eco Label